Quinto Findomestic: opinioni e tempi di erogazione denaro

Molto probabilmente chi ha provato a fare la ricerca di un finanziamento online, tra i risultati della ricerca si è imbattuto anche nel Quinto Findomestic: approfondiamo la conoscenza di questa particolare forma di prestito e vediamone le caratteristiche, cercando di scoprire quali sono le opinioni degli utenti e quali sono i tempi di erogazione della somma di denaro richiesta. (altro…)

Prestiti per dipendenti a tempo indeterminato

Avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato può essere di grandissimo aiuto quando ci si mette alla ricerca di un finanziamento: solitamente le banche e le finanziarie sono più disposte a concedere credito alle persone che possono dimostrare di percepire un reddito regolare (a patto, ovviamente, che la somma richiesta sia congrua con il proprio stipendio); vediamo quali sono i prestiti per dipendenti a tempo indeterminato più diffusi, con le notizie prese da PrestitoDipendentiK riguardanti finanziamenti personali, finalizzati e cessione del quinto per i lavoratori con contratto fisso. (altro…)

Conto corrente Intesa Sanpaolo

unicredit-contoVediamo ora le caratteristiche del conto corrente Intesa San Paolo . Il conto corrente proposto dalla banca torinese è denominato “Conto Facile” e per aprirlo bisogna recarsi in una delle filiali presenti sul territorio italiano. E’ possibile comunque prendere un appuntamento online presso il loro sito per evitare di dover attendere troppo in filiale nel caso siano già presenti degli altri clienti. (altro…)

Banche italiane: sofferenze e tassi negativi

bankCosa accadrà al già in bilico mondo delle banche italiane? I tempi non sono per niente buoni e questa volta nè le fondazioni bancarie nè la Cassa depositi e prestiti potranno fare qualcosa per salvare le società in crisi e assorbire i prestiti in sofferenza.

Il loro obiettivo è sbloccare la situazione innescando una serie di reazioni a catena senza l’aiuto dello Stato.

Le 8 principali banche italiane valgono in Borsa 60 miliardi di euro e conservano 62 miliardi di crediti in sofferenza svalutati già del 59%.

E’ ancora da decidere, invece, il destino delle 4 banche minori del Centro Italia, quindi Etruria, Ferrara, Marche e Chieti, perchè oggi non fanno gola a nessuno.

Il Monte dei Paschi di Siena è sospeso, mentre Unicredit ha bisogno di almeno 5 miliardi di euro per risollevarsi e di un nuovo amministratore delegato. La ricerca è lenta e faticosa e le fondazioni faticano a sopravvivere: Penati vorrebbe l’esclusione degli azionisti mentre lo sceicco di Abu Dhabi, socio principale con il 6,5%, e i libici, con il 4%, creano non pochi problemi.

Non dimentichiamo la Bce: da una parte fa pressione per aumentare i capitali significativamente, dall’altra applica rigidamente il bail-in. Una mossa che mette alle strette le aziende italiane già barcollanti.

Mario Draghi, Presidente della Banca centrale europea, dal canto suo, ha cercato di porre rimedio con un flusso importante di moneta liquida. Ha così evitato un’altra crisi ma, al contempo, ha penalizzato l’intero sistema bancario italiano.

Dove essere pensionati conviene

Pensioni 2014 sesso settore uomini donne pubblico privatoDi solito partono per non tornare. Parallelamente alla fuga dei giovani cervelli italiani, è in atto quella dei pensionati che decidono di lasciare l’Italia per trasferirsi all’estero dove la loro pensione vale di più.

La tendenza è confermata dall’Inps che spedisce ogni mese 470 mila pagamenti all’estero.

Nella maggior parte dei casi la destinazione degli assegni è rappresentata da quelle nazioni in cui gli italiani sono emigrati in passato senza rinunciare, però, alla cittadinanza, e quindi Canada, Argentina, Australia, ma anche Svizzera, Germania e Belgio.

Ma il dato davvero interessante è quello registrato negli ultimi anni: sono oltre 36 mila i pensionati che hanno lasciato il Paese tra il 2003 e il 2013, e 5435 quelli che l’hanno fatto solo nel 2014.

Le mete preferite sono la Costa Rica, la Thailandia, la Tunisia, la Bulgaria e le Canarie.

Vediamo tutto quello che c’è da sapere prima di partire.

– Se il pensionato mantiene la residenza italiana, dovrà pagare qui le sue tasse, se invece risulta residente all’estero per almeno 183 giorni all’anno sarà soggetto al fisco dello Stato dove risiede.

– Se la nazione scelta è tra quelle convenzionate con l’Italia per evitare la doppia imposizione, il pensionato può ottenere una detassazione totale o parziale della pensione.

– Per ottenere l’assistenza sanitaria nei Paesi Europei, in Svizzera, in Islanda, in Norvegia e in Liechtenstein ( Spazio economico europeo) bisogna trasferire la residenza nello Stato estero e compilare il modello S1 che si scarica sul sito del Ministero della salute e va presentato all’ufficio assistenza sanitaria all’estero.

Smartphone, come guadagnare con le app

app smartphone soldiChi si affaccia per la prima volta al mondo di Internet, e della tecnologia più in generale, probabilmente non conosce le migliaia di opportunità di guadagno che la rete ha da offrirgli. In questi anni, grazie alla semplificazione dei sistemi di gestione e creazione di siti, blog ed applicazioni, sempre più persone hanno tentato di far fortuna sfruttando le proprie capacità hi-tech. Altri, hanno invece preferito utilizzare piattaforme già pre-impostate, create ad hoc per esprimere il potenziale necessario ad una giusta remunerazione. (altro…)

Btp e yuan, segnali contrastanti per una Piazza Affari tendenzialmente positiva

btpitaliaSegnali confortanti quelli che provengono dalla Borsa italiana, in particolar dalla piazza affari di Milano. Stando a quanto rilevato nelle ultime ore, Mps sale del 2,7% dopo la promozione, ad opera della BCE, relativa al processo di revisione e valutazione prudenziale. Un riconoscimento di assoluto spessore capace di collocare i successivi acquisti azionari appartenenti al gruppo su gradini di eccellenza finanziaria a dir poco vantaggiosa. Restano comunque alcune richieste, da parte di Francoforte, sulla natura della distribuzione dei dividendi, le iniziative sui crediti non performing e di ristrutturazione, incluse le aggregazioni. Una supervisione a tutto tondo, quindi, per evitare di lasciare insoluta qualche spinosa questione.

Per quanto riguarda il tasso Btp a cinque anni, invece, si è verificato un pesante ribasso che ha consentito di venderlo a 2,5 miliardi di euro e allo 0,37%. Il mercato obbligazionario, da par suo, si è concentrato sull’applicazione di misure forti, sollecitate dalla BCE, nei confronti dei rendimenti a tre e cinque anni della stessa Btp, mentre il titolo tedesco che compone il quadro completo dello spread scende al di sotto dello 0-20%, rendendo così impossibile l’acquisizione, da parte della BCE, del quantitative easing. Lo Spread-Btp resta, quindi, su livelli minimi, così come ormai accade da diverso tempo.

Spostando l’attenzione alla zona cinese, spicca il provvedimento delle autorità nazionali riguardanti il divieto per i broker di utilizzare derivati da destinare al trading. Una misura cautelare, che però cozza con il tonfo della Borsa di Shanghai (-5,48%) legato al crollo dell’indice di riferimento, posizionato su materie prime, yuan e vendite tra i finanziari. Ad ogni modo, c’è da dire che questo valore negativo può rappresentare un piccolo risultato per la lotta alla corruzione finanziaria, il cui giro di vite e di affari e pari a quello della parte sana dell’industria economico-finanziaria del paese.

Tornando al Vecchio Continente, spicca il ribassamento dell’euro, un cambiamento lieve se si considera lo standard minimo su cui staziona da all’incirca sette mesi. Tuttavia, l’euro recupera terreno verso il dollaro americano, e si colloca in una posizione di assoluto vantaggio per le proiezioni a venire; debole, invece, il confronto con lo yuan cinese.

Ulteriori aggiornamenti sulla Borsa a http://ilcorsivoquotidiano.net/borse/come-funziona-la-borsa.html

Come riuscire a guadagnare più di mille euro al mese con il trading

iniziare-a-fare-trading-onlineL’avvento del trading online ha spalancato diverse porte ad una platea che non aveva mai praticato un genere di attività finanziaria altamente remunerativa. Ciò è dovuto, essenzialmente, alla facilità con cui è possibile padroneggiare tutti gli strumenti ad esso relazionati, come CFD e opzioni binarie. Tuttavia, è opportuno ricordarsi che è di soldi che si parla, ergo ritrovarsi costantemente con un bel gruzzolo sul proprio conto non è scontato come sembra. Al fine di evitare scenari decisamente tragici, bisogna seguire alcuni passi fondamentali ed attuarli con precisione e costanza, senza farsi prendere troppo dalla emotività del momento.

Se si punta ad un profitto mensile che superi, ad esempio, di gran lunga i mille euro, è necessario prendere confidenza con alcune meccaniche pratiche e teoriche di notevole rilievo. Innanzitutto, va fatta una stima del proprio portafoglio di investimenti iniziale per cercare di capire se sia concretizzabile un certo tipo di strategia piuttosto che un’altra. Dopodiché, vanno scelti uno o più strumenti finanziari, ma solo se questi siano realmente nelle proprie corde: avventurarsi con qualcosa di cui si ignorano caratteristiche o altro, equivale ad aver già perso in partenza. Fatto ciò, è il momento di passare all’azione vera e propria per cominciare la propria scalata al successo.

Gli asset più remunerativi in cui investire riguardano, sostanzialmente, materie prime (come oro e petrolio) o pacchetti azionari di grandi gruppi industriali che, da anni, vantano una posizione di rilievo all’interno di qualunque piazza borsistica. Individuato l’ambito merceologico che fa al proprio caso, va eseguito un repentino, quanto saggio, money management delle proprie risorse economiche. Destinare i propri risparmi su un buon numero di operazioni può risultare estremamente efficace, a patto però che non lo si faccia decurtando drasticamente il capitale stanziato per questo tipo di attività. Insomma, una buona gestione della liquidità garantisce percentuali elevate di profitto.

Chi ha prospettive ambiziose o diverse – ma solo in termini numerici – può anche avvalersi degli strumenti di monitoraggio disponibili sul web o all’interno delle piattaforme di intermediazione online. Tra grafici a candela, indicatori statistici e diagrammi numerici, qualunque trader che si rispetti potrà accrescere il proprio fiuto per gli affari.

Per altre informazioni su un guadagno continuo con il trading andare su http://www.comefaretradingonline.com/guida/vivere-di-trading.php.