Chi era la madre di Perseo? Storia della principessa Danae

3 months ago

Tutti conoscono, bene o male, Perseo, l’eroe greco che, secondo la leggenda, sconfisse Medusa, la Gorgone che pietrificava con uno sguardo, e che ha sconfitto un drago del mare per salvare la principessa Andromeda (anticipando così molte delle storie di cavalieri che salvano la principessa dal drago), ma non tutti si soffermano su sua madre, Danae. Per saperne di più su di lei, si può continuare a leggere la pagina.

La storia di Danae

Secondo la leggenda, Danae era figlia di Acrisio, sovrano di Argo, ed Euridice, figlia del leggendario fondatore di Sparta, Lacedemone. Fu imprigionata in una torre dal suo stesso padre, per via di una profezia, nella quale si diceva che un figlio suo avrebbe ucciso suo nonno, spodestandolo. Ma Zeus, si innamorò della ragazza, e la raggiunse sotto forma di pioggia d’oro, mettendola incinta.

Acrisio, furioso, decise di gettare la propria figlia in mare con un sarcofago, ma il signore dell’Olimpo fece comunque in modo che i due si salvassero, ed approdassero a Sefiro, dove la principessa crebbe suo figlio.

Non si sa bene quale fu il destino di Danae, mentre il figlio compiva il suo con le sue gesta eroiche. Alcune versioni sostengono che sposò il Polidette, altre che fu resa schiava da quest’ultimo e poi liberata dal figlio. Secondo una leggenda italica, invece, dopo essere stata liberata dal figlio approdò in Italia, sposando Pilummo ed avendo un altro figlio con quest’ultimo, e fondando la città di Ardea. Il che, la renderebbe anche antenata di Turno, antagonista di Enea.

Tra gli altri discendenti di Danae e suo figlio Perseo, compaiono anche Ercole e, secondo alcune interpretazioni, Agamennone e suo fratello Menelao, visto che l’eroe è anche fondatore della città di Micene.

Danae nell’arte

La storia di Danae che viene sedotta da Zeus, trasformato in pioggia d’oro, ha ispirato molti artisti. Uno di questi, è sicuramente Rembrandt, che nel suo quadro in olio su tela, del 1636, ritrae la giovane a letto, illuminata da una luce dorata, sotto lo sguardo di un’ancella che si nasconde dietro una tenda del letto, e di un Amorino, alla testa del letto, a simboleggiare la sua castità.

Anche Tiziano raffigura Danae nuda, a letto, nel suo quadro, mentre la giovane osserva meraviglia la pioggia d’oro sopra di lei e, al cui fianco, c’è sempre un Amorino, intento anch’esso a guardare la pioggia.

Ad aver ripreso il mito di Zeus e Danae, è stato anche Gustav Klimt, che la raffigurò in una maniera non molto distinta da quella del bacio, ed in cui, sullo sfondo, predomina il colore dell’oro, apprezzato dall’autore e cruciale nel mito.

Le attrici che hanno interpretato Danae

Danae compare anche in alcuni film, incentrati sempre su suo figlio Perseo, e tra le attrici che l’hanno interpretata, si possono citare:

  • Elisa Cegani, che la impersona nel film del 1963, Perseo l’invincibile;
  • Vida Taylor, comparsa nei vesti di Danae Scontro tra titani, del 1981, in cui la interpreta sono nelle prime scene;
  • Tine Stapelfeldt, anch’essa comparsa solo in poche scene nel remake dello Scontro tra titani, uscito nel 2010, in cui non era la figlia del re Acrisio, ma sua moglie.

Claudia