Chi ha vinto la seconda guerra mondiale?

6 months ago

La Seconda Guerra Mondiale fu combattuta in un lasso di tempo compreso fra il 1939 e il 1945, poiché non tutte le potenze erano entrate in gioco dall’inizio ma solo in un secondo momento.

Fra queste potenze scese in campo in un secondo momento ci sono gli Stati Uniti d’America che hanno contribuito alla vittoria contro la Germania nazista di Adolf Hitler.

Lo scontro, infatti, avvenne fondamentalmente tra la Germania di Hitler e le sue alleate tra cui Giappone, Romania, Bulgaria, Finlandia, Ungheria e le principali potenze come Gran Bretagna, Francia, URSS, America, e, in un secondo momento, l’Italia.

L’Italia, in realtà, in un primo momento era alleata con la Germania per un accordo tra Hitler e Mussolini che aveva unito le potenze naziste e fasciste per combattere e soggiogare le altre potenze europee.

Vedendo poi la Germania nazista di Hitler compiere passi falsi e risultare perdente su alcuni fronti la guerra italiana si è spostata all’interno dando vita ad una propria guerra civile che vedeva contrapposti italiani ancora fedeli all’esercito fascista e partigiani in aperto contrasto con essi che combattevano per un’Italia libera da fascismo e nazismo.

In questa guerra civile ha prevalso la forza partigiana che gloriosamente ha sconfitto le forze tedesche e rovesciato il governo fascista di Mussolini ancora legato alla Germania nazista.

In aiuto all’Italia e ai paesi anti-nazisti dell’Europa è arrivata in un secondo momento l’America che con le sue truppe ha contribuito alla liberazione e sconfitta di Hitler sul fronte occidentale grazie allo sbarco in Normandia sulle coste al nord della Francia.

Dopo aver letteralmente attaccato le forze tedesche su ogni fronte e aver affondato la Germania l’unico “nemico” per la coalizione italiana era il Giappone che, dopo l’attacco alla base americana di Pearl Harbor, è stato definitivamente sconfitto dalla decisione del governo statunitense di sganciare due bombe atomiche sulle città di Hiroshima e Nagasaki che hanno ridotto il Giappone letteralmente in ginocchio decretandone, di fatto, la sconfitta.

La Seconda Guerra Mondiale, come tutte le guerre, è stata terribilmente efferata ed atroce ma in più rispetto ad altri conflitti non ha visto solamente la discesa in campo di tutte le forze politiche mondiali ma anche la messa in pratica di un vero e proprio sterminio.

La Germania nazista di Hitler ha creato campi di concentramento e ucciso 6 milioni di ebrei rei solamente di non appartenere ad una razza secondo lui “pura” e le bombe atomiche sganciate dagli Stati Uniti sono armi nucleari utilizzate per la prima volta nella storia che hanno raso al suolo le città, ucciso migliaia di civili e lasciato in eredità radiazioni che perdureranno per secoli.

Questi fatti dimostrano incontrovertibilmente che in nessuna guerra esistono vincitori ma solo sconfitti.

 

Serena