Conto corrente Intesa Sanpaolo

unicredit-contoVediamo ora le caratteristiche del conto corrente Intesa San Paolo . Il conto corrente proposto dalla banca torinese è denominato “Conto Facile” e per aprirlo bisogna recarsi in una delle filiali presenti sul territorio italiano. E’ possibile comunque prendere un appuntamento online presso il loro sito per evitare di dover attendere troppo in filiale nel caso siano già presenti degli altri clienti.

Il conto corrente di Intesa San Paolo prevede un canone mensile base pari a 8 euro, tuttavia è completamente azzerato per coloro che hanno meno di 26 anni mentre per tutti gli altri può essere ridotto o azzerato completamente se si abbinano al conto corrente dei servizi supplementari.

Innanzitutto il conto sarà comunque esente da canone per tutti per i primi sei mesi, dopodichè se non si avranno dei servizi associati, dal settimo mese, costerà come già detto otto euro. Se decidessimo di inserire almeno 3 prodotti associati al conto corrente, allora il canone mensile diverrebbe di euro 4 mentre se decidessimo di aggiungere 5 servizi, allora il conto corrente sarà gratuito ogni mese.

Ma quali sono i servizi che possiamo inserire associati al conto corrente per pagare il canone ridotto? Sono a scelta fra i seguenti:

– carta NextCard;

– accredito dello stipendio o della pensione (almeno un movimento in accredito sul Conto ogni 2 mesi);

– Servizi via internet, cellulare e telefono;

– Telepass Family;

– carta di credito (Carta Blu, Carta Oro, Carta Oro Exclusive, Carta Intesa Sanpaolo Alitalia);

– prodotto di risparmio gestito con addebito sul conto della quota versata (piano di accumulo in fondi comuni di
Eurizon Capital)

– prodotto di tutela – polizze”Tutela Famiglia” “ACasaConMe”, “ViaggiaConMe”, “MotoConMe”,
“ProteggiConMe” – con addebito sul conto del premio.

– servizio di gestione di portafogli della gamma Gestioni Patrimoniali di Eurizon Capital SGR (GP Unica Facile, GP
Unica, GP Dedicata, GP a Profilo, GP Linea Strategia Valore, GP Serena, GP Misurata, GP Decisa).

Scegliendo, quindi, 3 o 5 dei servizi qui sopra elencati, avremo la possibilità di risparmiare rispettivamente il 50% ed il 100% del canone mensile.

Ma cosa comprende il canone di base?

– il costo di registrazione contabile di tutte le operazioni effettuate a valere sul conto corrente in filiale o tramite altri canali (internet, telefono e sportelli automatici);
– le spese trimestrali per conteggio interessi e competenze;
– l’accredito gratuito dello stipendio/pensione;
– il libretti assegni;
– il servizio di domiciliazione utenze.

Quali sono gli altri costi di gestione?

Il costo di richiesta del bancomat è gratuito mentre per la carta di credito si paga una quota annuale pari a 60 euro.
I bonifici disposti in filiale hanno il costo di 5€ cadauno mentre quelli disposti online si pagano 1€.
Prelevare contanti è gratuito su tutti gli atm automatici del gruppo mentre il prelievo presso gli sportelli di altre banche costa 2 euro ad operazione.

Infine, se si volesse l’estratto conto cartaceo e non solo quello online, si dovranno pagare mensilmente 0,70 euro.
Ricordo inoltre che su tutti i conti corrente con giacenza media superiore ai 5000,00 euro si deve pagare l’imposta di bollo pari a 34,20 euro.

Fonte: http://ilcontoonline.com/intesa/