Cosa trasporta automobili? In strada e sul treno?

5 months ago

Può capitare che un auto si fermi in mezzo alla strada, per un guasto, ed in quel caso bisogna, secondo quanto prevede la legge italiana, deve essere trainata via, ma allora in quali casi bisogna usare la bisarca, ovvero il camion che trasporta le macchine? E quali procedure occorre seguire, se si vuole trasportare una macchina su un treno?

La bisarca

Sarà capitato, in strada o in autostrada, di vedere un enorme carro o autocarro trasportare più macchine alla volta, e questo è proprio la bisarca, chiamata anche cicogna. Il suo nome deriva dalle parole latine “bis”, ovvero due volte, ed “arca”, ed è stata denominata così per far capire, in maniera scherzosa, a cosa serve questo mezzo, dall’enorme struttura.

Ci sono due tipi di bisarca, ovvero:

  • il camion bisarca, utilizzato per i trasporti delle strada, dotato di un impianto per veicoli specifici e una rampa posteriore, per alzare i veicoli ad un livello sopra quello della strada;
  • il carro bisarca, usato più che altro su una strada ferroviaria, che comprende due piani, al posto di due, e può portare fino a dieci veicoli, lungo al massimo ventidue metri e larga due centimetri e mezzo.

Questi veicoli vengono messe a disposizione da aziende, e sono soggetti a programmazioni specifiche. Le fasi di carico e scarico hanno luogo presso uscite dall’autostrada, super-strada, stazioni di servizi o grandi parcheggi. Di solito, si ricorre alla bisarca per trasportare le auto per grandi distanze, magari per un trasloco.

Il costo di questo genere di trasporto dipende dal modello dell’auto e della destinazione. Ad esempio, per trasportare un Audi da Brescia a Napoli, il prezzo può arrivare fino a dieci euro. I costi, naturalmente, aumentano se si trasporta un auto in paesi dell’Unione Europea ed ancora di più se il paese in questione è la Svizzera o qualche altro stato extra-europeo.

Il trasporto delle macchine in treno

Se si acquista una macchina all’estero o si trasloca o ci si reca in vacanza, non è strano optare per il trasporto dell’auto in treno. Per farlo, occorre rivolgersi ad una compagnia di treni che offre questo servizio. Attualmente, Trenitalia non sembra offrire questo servizio, ma si può comunque controllare.

Questa soluzione è vantaggiosa se si vuole risparmiare sulla benzina e si vuole godere un viaggio senza stress, ma il costo di un servizio del genere non è certo economico. In alcuni casi, può arrivare a costare anche novecento euro, se la destinazione è lontana ottocento chilometri.

Non tutte le compagnie, tuttavia, sono così costose. Ad esempio, una società austriaca, l’ÖBB-Personenverkehr AG, per il tragitto da Livorno a Vienna, andata e ritorno, fissava i costi attorno ai trecento euro.

In questo caso, la bisarca rimane comunque l’opzione migliore, per costi e praticità, se si rivolge ad un’azienda affidabile, che sui siti ufficiali mette anche a disposizione la possibilità di calcolare un preventivo.

Claudia