Frozen: All’alba sorgerò, testo

2 weeks ago

Il film animato Frozen, ha riscosso un gran successo, soprattutto tra le bambine, ed uno degli elementi più amati del film è la sua colonna sonora All’alba sorgero (Let in go, in orginale), cantata dalla protagonista del film, Elsa, e che ha ricevuto l’Oscar per la canzone migliore, nel 2014.

La versione originale

La versione in inglese della canzone, Let in go, scritta dai coniugi Robert Lopez e Kristen Anderson-Lopez. I due, si sono ispirati ad altri film della Disney, come La sirenetta, e altri artisti, come Lady Gaga o Avril Lavigne.

A raccontare com’è nata la canzone, è stata Kristen Anderson-Lopez, che ha dichiarato: “Stavamo andando a fare una passeggiata a Prospect Park e ci scambiavamo delle frasi. Cosa si prova ad essere una persona perfetta che viene idolatrata, ma solo perché ha tenuto nascosto questo segreto? Bobby ha tirato fuori l’espressione ‘regno di isolamento’, e funzionava”.

L’idea dei due artisti si rivelò vincente, perché l’ambiente cinematografico accolse bene questa canzone, e in varie classifiche delle migliori canzoni del 2013-2014, questa canzone si piazzò, negli Stati Uniti, tra le prime venti.

Il testo in italiano

In italiano, il titolo venne tradotto come All’alba sorgerò, e cantata dalla doppiatrice di Elsa, Serena Autieri. Nei titoli di coda del film, la canzone è stata cantata di nuovo da Martina Stoessel, ma sembra che la versione del brano preferita sia quella cantata dalla Autieri.

Il testo tradotto riporta la situazione in cui si trova Elsa che, costretta ad allontanarsi dal suo regno, si sente sola, come già riportano le parole della canzone: “La neve che cade sopra di me copre tutto col suo oblio/in questo remoto regno la regina sono io…”, ma questa è solo la parte iniziale. La principessa, infatti, realizzato che dovrà stare sola, cerca di risollevarsi, sfruttando il potere del ghiaccio e costruendosi una reggia dove potrà essere se stessa.

Alla fine della canzone, infatti, Elsa ribadisce l’indipendenza ottenuta, con queste parole: “D’ora in poi troverò la mia vera identità/e vivrò, sì, vivrò per sempre in libertà!/Se è qui il posto mio, io lo scoprirò!/Il mio potere si diffonde intorno a me! (..) Il resto è storia ormai, che passa e se ne va! Io lo so, sì lo so, come il Sole tramonterò/ perché poi, perché poi all’alba sorgerò!/ Ecco qua la tempesta che non si fermerà!/ Da oggi il destino appartiene a me.

Essenzialmente, il testo non si allontana troppo dalla versione inglese, se non per alcuni particolari, che inevitabilmente si sono modificati nella traduzione. Ad esempio, se si dovesse tradurre letteralmente la parte fine, essa direbbe: “E mi alzerò come all’alba /Lascialo andare lascialo andare /Quella ragazza perfetta è sparita /Qui mi trovo alla luce del giorno /Scatena la tempesta ”.

Detta così, sembra proprio una frase che avrebbe detto la regina delle nevi di Andersen, a cui gli autori si sono ispirati per il personaggio di Elsa.

Claudia