Igiene intima, tutte le caratteristiche di un buon detergente

1 month ago

Una corretta igiene intima garantisce salute e benessere al proprio corpo, evitando la proliferazioni di microrganismi responsabili di infezioni che andrebbero ad alterare la flora batteria, provocando dolore e fastidio.

Risulta quindi necessario prestare cure e attenzioni massime quotidianamente, innanzitutto provvedendo a impiegare prodotti di qualità, che assicurino di fornire un’idratazione ottimale.

A questo proposito, tra le proposte più richieste sul mercato è possibile individuare quelle a marchio Neutro Roberts, azienda da sempre impegnata nel mettere a disposizione solo prodotti che garantiscano la massima tutela di ogni parte del corpo, comprese le più delicate.

Come scegliere un buon detergente intimo

La scelta di un buon sapone è alla base di una corretta igiene intima, infatti prodotti troppo aggressivi potrebbero creare, essi stessi, delle irritazioni, degli arrossamenti, dei pruriti o delle infiammazioni. Per evitare ciò il detergente intimo dovrebbe essere delicato e avere:

  • Un pH che rispetti quello della pelle: per le donne adulte sono consigliati prodotti abbastanza acidi, con un valore di pH che oscilla tra 3,5 e 4,5 che scoraggi l’attecchimento di colonie batteriche. Le bambine e i soggetti in menopausa, invece, dovrebbero preferire saponi con pH 5,5, quindi con un valore più vicino alla neutralità. Per l’uomo, infine, si consigliano detergenti neutri con un pH compreso tra 6 e 8;
  • Tensioattivi non troppo sgrassanti: si tratta delle molecole incaricate di eliminare lo sporco. Se sono aggressive potrebbero seccare la pelle che, nelle zone intime, è particolarmente delicata;
  • Componenti naturali con proprietà benefiche: per esempio la camomilla, che essendo emolliente facilita l’eliminazione dei rossori; il tea tree oil, che è antibatterico e antifungino, ottimo per chi soffre di candida; infine il timo ha proprietà lenitive, da usare quando si hanno irritazioni.

Dunque, un detergente intimo adeguato deve possedere necessariamente queste caratteristiche per lenire pruriti e fastidi e ripristinare in modo ottimale la flora batterica.

Regole da seguire per una corretta igiene intima

Una volta che si è provveduto a scegliere il detergente intimo delicato che meglio soddisfi le proprie esigenze, si ricorda che sarebbe opportuno impiegarlo quotidianamente, senza mai sostituirlo con il bagnoschiuma. Quest’ultimo, infatti, presenta una composizione differente, che non è in grado di tutelare allo stesso modo l’aera genitale.

Inoltre, è bene tenere a mente una serie di accorgimenti – la maggior parte dei quali validi sia per gli uomini che per le donne – da seguire nel quotidiano per evitare di alterare la regolare flora batterica:

  • Aumentare la frequenza delle detersioni nelle stagioni calde, per evitare che il sudore provochi irritazioni cutanee o arrossamenti. È possibile ricorrere anche a delle salviette umidificate, se fuori casa;
  • Scegliere biancheria di cotone che permetta la traspirazione, evitando di surriscaldare la zona e contribuire alla proliferazione dei batteri;
  • Preferire indumenti larghi che non comprimano la zona, affinché non si creano frizioni che possano portare e irritazioni e rossori;
  • Usare sempre un asciugamano personale da non condividere;
  • Sostituire spesso gli assorbenti igienici, di qualsiasi tipo, così da evitare la formazione di infezioni.

Seguendo questi accorgimenti sarà possibile provvedere correttamente alla propria igiene intima. Nel caso in cui, ciononostante, si individuassero e avvertissero rossori, cattivi odori o prurito, è consigliato rivolgersi al proprio medico di famiglia, che potrà approfondire la situazione e consigliare il rimedio più adatto per intervenire o – se necessario – raccomandare una visita specialistica.

Riccardo