Investire in borsa con l’indicatore ADX

5 years ago

indicatore adx borsaGli indicatori giocano un ruolo molto importante per chi investe in borsa in quanto ci aiutano a scegliere gli investimenti che sono realmente da fare districandoci tra i vari asset a disposizione. Questo aspetto è fondamentale in quanto proprio grazie all’analisi tecnica si possono sviluppare delle strategie di trading che, al momento, danno dei risultati davvero eccellenti anche in condizioni di mercato non ottimali.

Uno dei più utilizzati dagli investitori è l’indicatore ADX (Average Directional Index), perfetto per mettere in luce la forza del trend di uno specifico asset. Vediamo, quindi, come sfruttuare questo importante strumento per investire in borsa in modo professionale ed efficace.

Guida: investire con ADX

L’indicatore ADX è stato proposto per la prima volta da J. Welles Wilder e consiste in un indice il cui valore varia fra 0 e 100. La variazione del valore non indica se il trend sta vivendo una fase di ribasso o di rialzo, ma corrisponde alla variazione della forza del trend analizzato.

La teoria legata all’indicatore ADX prevede di collocare il valore rilevato in appositi range prestabiliti: se l’indicatore ADX è compreso fra 0 e 15 il trend è debole (generalmente si considerano range fra 10 e 15, definendo il mercato flat), se è compreso fra 16 e 25 si può affermare che il mercato è nel range del trading, mentre se il valore dell’indicatore ADX è tra 25 e 40 il mercato si trova in trend.

Non è insolito registrare valori dell’indicatore ADX sopra i 40, valori che indicano che il mercato sta vivendo una fase di eccesso, superiore rispetto alla media. Valori che superano i 50 sono invece difficili e costituiscono un’evenienza piuttosto rara.

A questo punto bisogna capire come utilizzare correttamente l’indicatore ADX per investire sui vari mercati finanziari (qui trovi una guida interessante che tratta l’argomento in chiave generica: http://www.investireinborsa.me/guida/). L’indicatore, oltre ad una linea che indica il valore dell’ADX, è costituito da altre due linee, una definita +DI e l’altra definita –DI. Grazie a questi due elementi grafici è possibile evidenziare la direzione del trend, mentre la forza del trend, come sottolineato prima, è indicata dall’ADX.

Quando il valore dell’indicatore ADX supera i 25 e quindi quando il mercato è in trend si può pensare ad un investimento: se il +DI interseca il –DI dal basso verso l’alto si preferisce un investimento long, mentre se il +DI interseca il –DI dall’alto verso il basso si punta su un investimento short. Per qualsiasi dubbio in merito a questa guida possiamo continuare a parlarne sui social network o potete scriverci per confrontare le nostre esperienze di investimento.

Admin