Le migliori ricette per l’estate: eccone due da provare

2 months ago

L’estate è un periodo di vacanza ed è anche un buon momento per provare delle ottime ricette estive, usando anche prodotti di stagione. Qui, in questa pagina, si possono trovare due ottime ricette.

Insalata di granchio

Questa insalata è un ottimo secondo estivo, e per prepararlo, per quattro persone occorrono: 350 grammi di  polpa di granchio, un cetriolo, un finocchio tondo, tre pomodori tondi e rossi, due cespi di invia belga, quattro cucchiai d’olio d’oliva, due di aceto, uno di senape, due di panna, sala e pepe.

Prepararla non è difficile: si taglia la polpa di granchio a pezzetti, e si raccoglie in una ciotola capiente. Vi si aggiunge un cetriolo lavato, sbucciato e tagliato a rondelle molto sottili, il finocchio, anch’esso lavato e tagliato prima a quarti e poi a listarelle. I pomodori, invece, vanno tagliati a spicchi e privati di filamenti e semi, e l’invidia a fette sottili. Una volta messe tutte le verdure, si mescola e si condisce con una salsa ottenuta con i condimenti citati tra gli ingredienti.

Visto che in estate si privilegiano i piatti freddi, è bene sceglierli sempre delle insalate come queste, che possono essere sia un ottimo secondo che un buon piatto di mezzo. Un’insalata tropicale, ad esempio, si può ottenere mescolando due etti di riso, quattro fette di ananas, quattro etti di melone, due banane a cubetti, una tazzina di panna a cui è stata emulsionato dell’olio, del succo di limone, una punta di peperoncino pestato e del sale.

Torta di ciliegie

In estate, il dessert di fine pasto può essere un buon gelato, magari preso durante una passeggiata nel pomeriggio o di sera, ma visto che la frutta estiva non manca, perché non provare a fare un dolce con essa? Per una torta alla ciliegie, frutti estivi dalle proprietà drenanti, per otto o sei persone, sono necessari questi ingredienti: due o tre etti di pasta frolla (surgelata o fresca), quattro etti di ciliegie mature, due etti di ricotta fresca, un etto e mezzo di zucchero, un etto di amaretti (o altri biscotti secchi a piacere), due uova, una tazzina di panna, un limone, mezza bustina di vanillina, burro e sale.

Per prepararla, se si acquista della pasta frolla surgelata, è bene metterla subito a scongelare, mantenendola a temperatura ambiente il tempo necessario. Quando sarà tenera, si potrà spianare su una teglia circolare, del diametro di ventidue centimetri, già imburrata, e si elimina quella fuoriuscita dallo stampo.

Si colloca sul fondo della teglia le ciliegie private dei noccioli, sistemandole in maniera ravvicinata, formando un unico strato. A parte si lavora a crema la ricotta, lo zucchero, gli amaretti ben pestati, i tuorli, la vanillina e la buccia del limone. Si aggiungono, poi, gli albumi montati a neve e la panna. Quando la crema diventa liscia ed omogenea, la si versa sulle ciliegie. Si livella bene e si inforna a 180°, per circa una mezz’ora.

Claudia