Manutenzione camper, l’importanza di cambiare olio, batteria e filtri

2 months ago

Il camper è un mezzo di trasporto molto comodo che permette di spostarsi e di avere anche un alloggio. Di solito si usa per fare viaggi soprattutto nel periodo estivo; mentre nei mesi freddi è, spesso, a riposo fermo in un parcheggio o in un deposito. L’immobilità di qualunque veicolo potrebbe danneggiare le sue parti meccaniche ecco perché è una buona idea, qualche settimana prima della partenza, fare una manutenzione completa al camper e vedere se qualcosa deve essere sostituito o riparato.

Come fare la manutenzione di un camper

Nonostante la presenza di letti, cucina e bagno, il camper è, in primo luogo, un veicolo quindi, come gli altri mezzi che si spostano su strada, necessita di una manutenzione al motore per viaggiare in tutta sicurezza ed evitare malfunzionamenti che potrebbero costituire un intoppo alla propria vacanza.

Un controllo ordinario al mezzo si può fare anche in autonomia, basta comprare i ricambi per sostituire tutte le componenti come, ad esempio, i filtri che, con il tempo, sono andate incontro ad usura. Per essere sicuri dei prodotti che si porteranno a casa, ci si può rivolgere a degli e-commerce che consentono di trovare proprio ciò che si sta cercando; ad esempio andando sul sito casadelfiltro.it è possibile scegliere tra una’ampia varietà di pezzi di ricambio per differenti tipi di veicoli, tra cui i camper. Si tratta di un’azienda che, da oltre 40 anni, vende filtri e batterie per diverse tipologie di veicoli, offrendo al cliente le soluzioni migliori sul mercato.

Per capire ogni quanto sostituire la componentistica soggetta ad usura, controllare il libretto di uso e manutenzione del mezzo. Normalmente ciò che si deve sostituire in un veicolo occasionalmente è:

  • Olio lubrificante motore, ingrassa i componenti meccanici evitando che vadano incontro a malfunzionamenti.
  • Batteria che attiva il motorino di avviamento, importante per far partire il motore. Nei camper c’è pure un altro tipo di fonte energetica, quella per alimentare i servizi interni, anche questa deve essere controllata periodicamente per capire se ha bisogno di una semplice ricarica o necessita di essere completamente sostituita.
  • Vari filtri, si tratta di elementi realizzati in differenti materiali che hanno la funzione di trattenere particelle estranee ma che permettono, allo stesso tempo, di essere attraversate da gas o fluidi. Sul camper sono presenti quelli per: il gasolio, l’olio, l’abitacolo, dedicati al filtraggio dell polveri, ecc.

Controlli da fare prima della partenza

Prima di partire per un viaggio con il proprio camper è bene fare un controllo completo del mezzo per essere sicuri che tutto funzioni alla perfezione. Nello specifico:

  • Valutare i livelli dei fluidi, oltre all’olio motore, di cui si è già parlato, c’è anche quello dei freni. Inoltre, non si deve dimenticare nemmeno l’acqua del tergicristalli.
  • Controllare la pressione delle gomme, anche quella della ruota di scorta;
  • Vedere che tutti i fanali funzionino, per la sicurezza propria e quella degli altri.

Nel camper, oltre la manutenzione del motore, bisogna dedicarsi anche a quella dell’alloggio; è, infatti, opportuno valutare l’integrità di tutti gli impianti:

  • Vedere se i tubi che riforniscono i lavelli non siano stati danneggiati dal freddo in quanto l’acqua quando si ghiaccia aumenta di volume.
  • Pulire i serbatoi, sia quello delle acque chiare, che quello delle acque grigie, nel quale potrebbero essersi accumulati oli.
  • Igienizzare le superfici interne del cucinino e provvedere anche alla sanificazione di: letti, poltrone e sedili con appositi prodotti.

Dopo aver provveduto alla manutenzione ordinaria e straordinaria del mezzo, è opportuno, alcuni giorni prima della partenza, controllare che i mobili e i componenti dell’alloggio siano integri e funzionali e vedere che ci sia tutto il necessario per il proprio viaggio.

Riccardo