I migliori trattamenti per la pelle grassa

Ogni tipo di pelle (grassa, secca, normale, mista, etc) necessita di un trattamento diverso, con dei prodotti specifici, in modo particolare quella grassa.

Le caratteristiche

La pelle grassa viene nominata così per via dell’eccessiva produzione di sebo nelle ghiandole sabacee, che possono favorire l’insorgenza di brufoli, punti neri, acne, etc. Essa può essere causata da problemi di natura intrinseca, come la predisposizione genetica, o di natura esogena, come alcuni tipi di farmaci o prodotti cosmetici.

A vederla, la pelle grassa si presenta spenta, oleosa, lucida e, in alcuni casi, disidratata. Al tatto può risultare ruvida ed unta. Purtroppo, chi ha questo tipo di pelle (in gran parte gli adolescenti e i giovani adulti), rischia più di altri soggetti di incorrere in problemi come la dermatite seborroica o la forfora.

Può essere classificata in: pelle grassa oleosa, pelle grassa seborroica, pelle grassa asfittica, pelle impura, e pelle impura a tendenza acneica.

I trattamenti

Quando si ha un determinato tipo di pelle, bisogna fare attenzione a ciò che si usa per trattare la sua pulizia e la sua nutrizione quotidianamente. Chi ha la pelle grassa dovrebbe usare, ad esempio, un semplice detergente a base di sapone, o uno scrub salino per il viso al limone e alla lavanda.

Nello scegliere una crema idratante, bisogna fare attenzione che non contenta comedogeni e sia a base di acqua. Da evitare sono sicuramente i cosmetici a base di oli, e per proteggere la pelle dal sole è meglio usare dei prodotti gel o in polvere, in modo che non si ostruiscano i pori.

Quello che non bisogna fare è effettuare troppo lavaggi, che non fanno altro che peggiore l’aspetto della pelle grassa, ed aggredire la pelle con dei prodotti con alti livelli di pH.

Un aiuto lo possono fornire gli oli essenziali, per via della loro azione astringente, alle essenze di limone, geranio, lavanda, salvia, eucalipto, bergamotto, etc.

Da non sottovalutare il ruolo della dieta, in questo caso. Con questo tipo di pelle, è meglio privilegiare gli alimenti ricchi di antiossidanti ed omega-3, come i cereali integrali, i legumi, gli spinaci, i peperoni, i frutti di bosco, le mele, il pesce.

Anche l’attività fisica può dare un contributo, in quanto aiuta ad allentare lo stress e apporta dei benefici all’organismo, compresi i tessuti cutanei. Un’altra cosa che può essere utile, è smettere di fumare. Il fumo ingiallisce la pelle e, in quello caso, la rende ancora più unta.

Bisogna, inoltre, fare attenzione a determinati tipi di farmaci, che influiscono sugli ormoni, come i contraccettivi orali o quelli a base di progesterone.