Penna per tablet: a cosa serve e quali sono le migliori proposte?

1 month ago

Oggetti come smartphone e tablet ed affini, stanno sempre più diventando oggetti di comune utilizzo e sempre da più persone poiché consentono di svolgere molte funzioni, dallo svago, alla lettura all’acquisto di oggetti. Molto spesso questi sostituiscono i quaderni che prima venivano utilizzati per prendere appunti al volo o realizzare degli schizzi. Ma tutto ciò è poco pratico da fare semplicemente con le dita ed ecco che tornano in voga i pennini, che come delle penne normali permettono di disegnare, scrivere o semplicemente tracciare linee in modo pratico e veloce. Per tutti i dispositivi vi è la possibilità di utilizzare dei pennini anche non proprio compatibili con marca e modello poiché il mercato ne offre davvero un’ampia scelta ed anche a prezzi molto differenti. Bisogna mettere in conto che scrivere su uno schermo non sarà come andare a scrivere sulla carta poiché lo schermo di tablet o smartphone è rigido e dunque l’esperienza ti scrittura andrà a cambiare poiché la naturale e frizione che si va a creare con la carta non andrà a crearsi su di un vetro e quindi il pennino tenderà sempre a scivolare via. Anche l’utilizzo di pellicole protettive o addirittura doppi vetri può andare a creare delle interferenze con le normali funzionalità della penna ma è qui che grazie ai nuovi software per gli smartphone, dove è possibile impostare una maggiore reazione al tocco, che la tecnologia arriva in aiuto.

Quali sono le migliori proposte

Prima di andare ad acquistare un pennino per il proprio dispositivo è bene Tenere presente che esistono due tipi di penne capacitive ossia quelle che possono essere collegate attraverso il bluetooth quelle che invece si devono collegare. per quanto riguarda le prime, queste sono sicuramente tra le più costose ma anche tra le più precise poiché attraverso il bluetooth sono a dialogare dispositivo mentre le altre funzionano un po’ come se si utilizzasse il dito e dunque attraverso la sola sollecitazione del display. Esistono anche delle varietà di pennini molto più tecnolgici chiamate smart pen ossia delle penne che possono essere utilizzate anche fogli di carta e che vanno a trasmettere i contenuti realizzati quindi scrittura o disegni su apposite applicazioni collegate ai dispositivi elettronici. Essenzialmente esistono quattro tipi di pennini, la varietà meno costosa data dal pennino in gomma che gli permette di utilizzarlo come fosse un dito ma come quest’ultimo ha un tratto poco preciso. Vi è anche il pennino in maglia che sembra pericoloso poiché è composto da una simil maglia metallica ma invece non provoca nessun graffio sullo schermo e si mantiene molto più pulito del pennino precedente. Un prezzo mediamente alto il pennino a disco ossia una penna che è sulla punta a una piccola sfera va a scivolare sul vetro ed è molto delicato al tocco e dalla scrittura infine vi è il pennino con collegamento attivo sicuramente tra i più così ma con una punta molto sottile genera una scrittura definita, unica pecca che non può essere con tutti i dispositivi.

Vale