Perizia Econometrica: cos’è?

6 months ago

Quando si parla di Perizia Econometrica, si fa riferimento alla verifica di un tecnico contabile, che si occupa di ricalcolare gli interessi, attivi e passivi, che vengono applicati dai vari Istituti di Credito, per assicurarsi che questi ultimi rientrino nei limiti di legge, e non ricadano in illecita come l’usura bancaria.

In che cosa consiste

Prima di effettuare questa perizia, viene effettuata una pre-analisi, analizzando campioni dagli estratti conto e/o da contratti finanziari, oppure da mutui. Se questa pre-analisi accerta degli illeciti, si dovrà richiedere una Perizia Econometrica.

Per richiedere la pre-analisi si dovrà scaricare, dal sito di Confcontribuenti (Associazione italiana a tutela dei debitori), un modello di adesione e versare una quota associativa. Una volta inviato il modello di adesione, con la copia del versamento e del documento d’identità, il contratto di mutuo/prestito ed il piano di ammortamento, all’email indicata nel sito, nei tre giorni successivi si riceverà l’esito dell’analisi, ed allora si potrà richiedere la perizia vera e propria.

La perizia definitiva e dettagliata, si potrà richiedere sempre al sito, scaricando i moduli ed effettuando il versamenti, ed inviare i medesimi documenti, con i contratti che risultino irregolari. Nella settimana successiva, si riceverà una copia della perizia via internet, mentre la copia originale verrà spedita con posta prioritaria.

Nei documenti che si inviano per richiedere la perizia, è necessario allegarvi delle certificazioni, redatta da avvocati o professionisti in questo genere di consulenza, che attesti che l’istituto di credito sta tenendo un comportamento scorretto, in merito ai tassi di interesse.

Questa perizia si rivela utile per chi richiede alla banca dei prestiti o deve richiedere la restituzione dei soldi con tassi d’interesse, soprattutto in casi di pignoramenti o aste immobiliari. Se è necessario, grazie a questa perizia si può richiedere, in base alle legge 108/96, un prestito al Fondo Antiusura.

Quali dati include la Perizia Econometrica

Questa perizia, riporta:

  • il nome del perito che l’ha effettuata;

  • l’oggetto della perizia di stima;

  • il quadro normativo e giurisprudenziale;

  • l’analisi del contratto;

  • la Verifica Piano di Ammortamento e calcolo TEG;

  • il ricalcolo del piano ammortamento e conclusioni.

Online, è possibile anche trovare dei software che producono queste perizie, in grado di analizzarle e verificare se la soglia dei tassi d’interesse è stata superata, raggiungendo gli standard dell’usura.

Chi effettua questa perizia e i suoi costi

Questa perizia, come è già stato accennato, può essere effettuata da tecnici della Confcontribuenti, oppure da notai o avvocati, che richiedono sempre aiuto ad un esperto.

Gli associati alla Confcontribuenti, ricevono la pre-analisi gratuitamente, ma chi la richiede, senza associarsi, deve versare cinquanta euro. La perizia vera e propria, invece, costa duecento euro.

I costi, tuttavia, possono essere relativi, se ci si rivolge a consulenti esperti, a notai o ad avvocati. Se si desidera pagare un importo più basso, è possibile rivolgere ad associazioni dei consumatori, che applicano tariffe, come Altroconsumo.

Claudia