Raccomandata indescritta: cos’è, come si compila, quando utilizzarla

4 days ago

È sicuramente capitato a tutti di andare a ritirare la posta nella propria cassetta postale e di trovare un avviso o uno scontrino da parte di poste italiane, si tratta della raccomandata indescritta, ossia un semplice avviso lasciato dal postino che attesta la mancata consegna di una raccomandata e invita il ricevente a recarsi in posta per il ritiro. Negli anni sono cambiate le modalità di consegna di questo tipo di raccomandata, poiché in passato era rappresentata da un piccolo cartoncino rettangolare compilato a mano dal postino, oggi sostituito da uno scontrino redatto elettronicamente grazie al supporto di un palmare che attraverso il codice a barre riportato sulla busta, traccia il prodotto.

Cos’è

La raccomandata indescritta dunque, serve ad informare l’utente di una mancata e consegna e porta tutte le informazioni utili per ritirare la raccomandata, dall’ufficio postale in cui trovarla ai giorni ed agli orari utili al ritiro. A seconda poi del colore della raccomandata indescritta o del codice riportato sullo scontrino si può facilmente risalire al contenuto della busta che andremo a ritirare.

  • Colore bianco o giallo: quando la raccomandata indescritta presenta questi due colori, si tratterà solo di un semplice avviso di mancata consegna riguardante una raccomandata semplice o magari un pacchetto. consegna. Solitamente per questo tipo di raccomandata, la disponibilità parte dal giorno successivo alla mancata
  • Colore verde: alla presenza di un avviso di colore verde, la situazione cambia drasticamente poiché si tratterà di una notifica di atto giudiziario, una cartella esattoriale o una multa.

Nel caso in cui la raccomandata indescritta sia sotto forma di scontrino, su di essa verranno riportati dei codici, nello specifico:

  • Codici 612/13/14: raccomandata semplice
  • Codici 650/56: raccomandata veloce
  • Codici 675/76/77/78 : atti giudiziari

Come si compila

La compilazione della raccomandata indescritta spetta al postino e sul foglietto che la rappresenta, saranno riportati l’orario e l’ufficio postale dove si potrà ritirare, seguito solitamente dai giorni in cui è disponibile. Spetterà all’intestatario della raccomandata recarsi di persona all’ufficio postale; qualora quest’ultimo fosse impossibilitato a farlo, sull’avviso si troverà uno spazio da compilare dove l’intestatario delega un parente o un amico, munito di entrambi i documenti di riconoscimento, al ritiro del pacchetto o della busta.

Quando utilizzarla

L’utilizzo di questo tipo di raccomandata viene inizialmente fatto dal portalettere che attraverso il palmare registra la raccomandata e dunque quest’ultimo rilascia un avviso di mancata consegna. In seguito, sarà l’intestatario ad utilizzarla per ritirare l’oggetto della mancata consegna negli uffici di competenza.

Vale