Viaggio eco-sostenibile: dove andare?

Adottare una morale legata al turismo sostenibile, non si traduce nel non prendere mai più un volo aereo per viaggiare. Il giusto approccio prevede la selezione di destinazioni che promuovono e sostengono iniziative improntate a ridurre l’impatto del turismo sull’ambiente. Viaggiare è un vero e proprio meccanismo per esorcizzare le ansie e le paure, senza però compromettere gli altri o, soprattutto l’ambiente che attraversiamo. Il noleggio camper per privati per mezzo di Girare Liberi è una scelta molto apprezzata per chi adotto il turismo green. Ogni chilometro che percorriamo per raggiungere la nostra meta, purtroppo, aumenta la nostra impronta ecologica ma, il mezzo scelto costituisce una grande differenza. Oltre che però agli aspetti legati all’ambiente, per muoversi in modo sostenibile, non si deve dimenticare che esistono anche fattori economici e sociali.

Come trovare operatori del turismo sostenibile?

Programmare un viaggio è molto importante, per questo i green tour operator si impegnano attivamente per l’ottimizzazione delle condizioni di vita e per la tutela ambientale dei paesi dentro cui ci si sposta. Nel paesi in via di sviluppo per esempio, come il Messico, il turismo costituisce un momento molto importante dell’economia: i viaggi all- inclusive, nonostante siano molto amati, hanno una ricaduta molto bassa sul benessere del luogo che si visita, perché gli ospiti  tendono a spendere pochi soldi sul posto visitato. Nella selezione del tour operator si dovrebbe prestare massima attenzione alla sua filosofia aziendale e a tutti i valori che si vogliono lasciare impressi nei cuori di chi viaggia. Diversi marchi ambientali possono supportare nel capire come gli operatori si relazionano nel rispetto del turismo ambientale e sociale: questi marchi indicano con chiarezza la validità di un operatore, contrassegnando hotel e servizi, come il noleggio campere, che rispettano le giuste norme socio-ambientali.

Pernottare in maniera ecologica: dove farlo?

Nella scelta degli hotel, è necessario prestare molta attenzione nei riguardi del concetto di pernottamento preposto dal tour operator. Le catene all-inclusive causano molti rifiuti a causa dei dispendiosi buffet garantiti tre volte al giorno: questa modalità di ristoro genere un grandissimo spreco di cibo. I nuovi hotel però, sorti all’interno di una prospettiva sostenibile, non offrono ai turisti solo una vacanza naturalistica, ma anche in luoghi di lavoro dove il ristoro e garantito con prodotti locali. Anche relativamente al vitto gli ospiti sono nelle condizioni di differenziare gli alloggi validi e sostenibili: basta con i cibi internazionali e importati, bisogna gustare la cucina del luogo che si visita, per conoscere prospettive culinarie e onorare chi vi ospita.