cucina

Frittelle di baccalà: di dove è originaria la ricetta? Come prepararle?

Una ricetta senza dubbio sfiziosa, in qualsiasi modo essa venga declinata, è quella delle frittelle. Che siano frittelle dolci o salate senza ombra di dubbio questa tipologia di alimento ha sicuramente molte calorie, ma è decisamente molto buono. Particolarmente apprezzata è la variante di frittelle al baccalà che quindi sono perfette per cucinare in modo un po’ diverso su questa tipologia di pesce e soprattutto da servire magari come antipasto per la vigilia di Natale.

Frittelle di baccalà

Le frittelle di baccalà sono davvero un tipico antipasto per la cena della vigilia, soprattutto nelle regioni del sud e sono dei bocconcini caldi di baccalà molto fragranti e particolarmente saporiti. Questa è senza dubbio una tipologia diversa e un metodo alternativo per cucinare il baccalà fritto che in questo modo è avvolto in una delicata pastella ed è ancora più sfizioso.

Quando si prepara questa tipologia di piatto solitamente si cuociono molte frittelle, chiaramente anche in base al numero di persone che devo mangiare proprio perché devono cuocere molto nell’olio e quindi vale la pena prepararne una quantità tutto sommato abbastanza importante, anche perché se ne mangiano come le ciliegie, ovvero una tira l’altra.

Ricetta frittelle di baccalà

Innanzitutto occorre munirsi di baccalà dissalato, di farina di lievito istantaneo per preparazioni salate di acqua fredda, farina di riso, sale e poi pepe nero e maggiorana. Innanzitutto occorre pulire il baccalà ed è importante che appunto esso sia già dissalato perché altrimenti bisogna farlo mettendolo a bagno in acqua. A questo punto è necessario tagliarlo e quindi sminuzzarlo al meglio per ridurlo a cubetti e poi tritarlo col coltello.

A questo punto si pone il baccalà tagliato all’interno di una ciotola e si aggiungono delle foglie di maggiorana. Contemporaneamente in un’altra ciotola, è necessario setacciare le due tipologie di farine e aggiungere il lievito in polvere. A questo punto in questa ciotola è necessario versare l’acqua fredda e mescolare continuamente con una frusta fino ad ottenere una pastella molto liscia e soprattutto omogenea e a questo punto è possibile unirla al baccalà.

A questo punto si aggiunge il pepe nero macinato e volendo un pizzico di sale, bisogna lasciare riposare l’impasto per circa 20 minuti al fresco e a questo punto dopo questi 20 minuti è possibile scaldare l’olio per friggere in un tegame fino a fargli raggiungere la temperatura di 175 gradi che devi controllare con un termometro da cucina, a questo punto una volta che l’olio è caldo si prelevano delle piccole porzioni dell’impasto che è stato fatto e si gettano dentro all’olio. A questo punto si lasciano cuocere nell’olio bollente per circa 6-7 minuti l’uno ed ecco che si ottengono le frittelle.