Il lavoro in America: è possibile lavorare senza una laurea?

Se prendiamo come modelli Steve Jobs e Walt Disney, non possiamo non pensare a due grandi personalità che hanno realizzato delle realtà economiche senza precedenti. La loro rivoluzione tecnica è stata possibile senza aver preso una laurea e questo dichiara come il successo dipenda fortemente dalla personalità e dalla voglia di fare. Queste due personalità, all’interno del territorio americano, sono stati capaci di creare imperi seguendo percorsi di formazione fuori dall’ordinario. Di fronte questi successi, ci si chiede: è possibile trovare lavoro in America senza laurea?Non esiste una risposta esclusiva per tutti ma, l’idea di provare la fortuna aldilà del mare senza un “pezzo di carta”, ha sfiorato la mente di molte persone. Per lavori qualificati le lauree sono indispensabili ma, le diverse opportunità di lavoro che possono essere svolte senza una laurea, sono tante e possono realizzare il tuo sogno americano.

I lavoratori stranieri

Se possiedi una buona proprietà di linguaggio, un diploma ed una certificazione professionalizzante allora lavorare in America è possibile. I numeri riguardo la “legione straniera” occupata nel mercato del lavoro americano, non danno spazio a false fantasie: le aziende americane sono predisposte al reclutamento di forza lavoro, a prescindere dalla nazionalità. In base ai dati del 2018 di cui si occupa il dipartimento del lavoro americano, circa il 18% della forza lavorativa americana è costituita da lavoratori la cui origine è straniera. Sulla base dei dati il 21% di questi lavoratori ha circa 25 anni e non è in possesso di un attestato di istruzione superiore.

I documenti per lavorare in America

Per vivere e lavorare con regolarità in America, è necessario ricorrere ad un visto regolare: clicca qui se stai cercando informazioni sul come ottenere un visto. Se invece vuoi fare un’esperienza occasionale e hai bisogno di visitare l’America in veste di turista, per un massimo di 90 giorni, è bastevole possedere il passaporto in corso di validità con almeno 6 mesi prima della scadenza. Per di più è necessario compilare tutti i campi del modulo ESTA. Differente è il discorso riguardo i visti con permesso di lavoro: che sia a tempo determinato o no, sono divisi in due macro categorie, quella degli “immigrati” e quella dei “non migratori”. I primi sono quelli che preservano il ricongiungimento con la famiglia, mentre i secondi, che includono il permesso di soggiorno, sono riservati a coloro che sono riconosciuti come veri e propri ricercatori e che possono dunque creare da soli posti di lavoro.