poesie

Jack Prevert: ecco la biografia e le poesie più belle dello scrittore francese

Jacques Prévert è uno scrittore e poeta francese che nasce nel febbraio del 1900 a Neuilly-sur-Seine da una famiglia benestante ed è proprio lí che il giovane Prévert compone alcune tra le sue più importanti opere e in particolare di poesia.

Biografia Jacques Prévert

Alcuni anni della sua infanzia Prévert li passa proprio in Bretagna dove nasce e dove fin da piccolo mostra una grande attitudine per la letteratura e lo spettacolo. È nel 1920, durante il servizio militare, che conosce Rolo ovvero un ragazzo di Orleans nonché un pittore con cui, insieme ad un altro ragazzo anche lui interessato alle arti, Jacques Prévert forma un trio molto affiatato.

È però nel 1922 che Prévert incontrerà il movimento surrealista che lo ispira moltissimo. È infatti soprattutto in seguito a questo incontro che inizierà a scrivere le sue prime poesie che risalgono al 1933, inoltre il pubblica sulla rivista di cui Giuseppe Ungaretti m in quel periodo era il redattore.

Nel periodo tra il 1932 e il 1936 Prévert ha un’intensa attività teatrale, in particolar modo con quello che prende il nome di “Gruppo d’ottobre”, con cui promuove una sorta di teatro sociale e quindi di teatro impegnato e con questo diventa molto popolare anche in Italia. Nel frattempo continuano anche le sue collaborazioni cinematografiche. In particolar modo si occupa degli scenari di alcuni dei più importanti opere poetiche di tutto il cinema francese.

A cavallo degli anni 40 è molto prolifico e ha molte collaborazioni importanti e in particolar modo negli anni tra il 45 e il 47 in cui riprende le attività dopo lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale e dove collaborerà anche con Pablo Picasso.

Nel 1948 rimane vittima di un incidente e cade da una finestra degli uffici della radio e precipitando sul marciapiede riporta delle ferite molto molto gravi per cui rimane per diverse settimane immobile. Infine fortunatamente si riprende e con la moglie e la figlia si trasferisce da Parigi a saint-paul-de-vence dove resta fino al 1951. Anche in questo periodo la sua produzione letteraria è molto florida. E in particolar modo esce il suo best seller “Parole”.

Produzione poetica

Prévert è molto conosciuto anche come poeta e in particolar modo, secondo lui l’unica salvezza del mondo arriva tramite l’amore e di conseguenza le sue poesie e tutta la sua produzione poetica sono incentrate su questo tema. Qualunque tipologia di amore si tratti, che sia sofferto, tradito, cercato, o anche finito, secondo Prévert l’amore è il fulcro di tutta la vita ed è una gioia anche che coincide con la vita e con la nascita. L’amore è la primavera della vita.

Proprio per questo una del poesie, se non le poesie più famose in assoluto è “I ragazzi che si amano”. Qui Prévert spiega profondamente quanto secondo lui l’amore sia davvero lo spirito della vita e del mondo e quanto questo desiderio e questo sentimento conti, in tutte le sue sfaccettature. Non solo le poesie ma l’intera opera letteraria di Prévert è infatti incentrata sull’amore e su tutte le sue infinite sfaccettature, che lo scrittore ha sviscera e indagato durante tutto l’arco della vita.